Recensione | "Il piccolo negozio di fiori in riva al mare" di Ali McNamara

Buon giorno miei cari lettori..
In una giornata così calda e afosa come quella di oggi, vi parlo di un libro ambientato in una fresca area della Cornovaglia.. Come desidererei essere proprio a Saint Felix a godere dell'aria mite tipica di quella zona. 
In libro in questione è Il piccolo negozio di fiori in riva al mare edito da Newton Compton Editori, che ringrazio per la copia omaggio. Il libro è fresco fresco di stampa e lo trovate già in tutte le librerie!


IL PICCOLO NEGOZIO DI FIORI IN RIVA AL MARE

Ali McNamara

pag 384; € 9,90









Ammaliata da una cover e da un titolo che mi ha fatto pensare alla bella stagione in cui ci troviamo, ho richiesto una copia omaggio alla casa editrice, che disponibile come sempre, mi ha inviato l'ebook poco prima dell'uscita. Io devo ammettere che ho impiegato un pò di tempo per leggerlo, un pò per via dei miei impegni, un pò perchè la storia non si è rivelata esattamente come mi aspettavo.
Ero convinta di apprestarmi a leggere una storia un pò frivola, leggera, fresca, di quelle storie che ti fanno fare quattro risate. Ma mi sono dovuta ricredere. Non dico che il libro tratta una vicenda dura, drammatica ma di certo mi aspettavo qualcosa di più spensierato, poichè era proprio ciò di cui avevo bisogno. Siccome questo bisogno non è stato soddisfatto a pieno, la lettura si è protratta oltre i miei soliti standard temporali. Ma veniamo subito al mio parere su questa storia.

Poppy la nostra protagonista, eredita dalla nonna un delizioso negozio di fiori a Saint Felix, cittadina marittima della Cornovaglia, in cui era solita recarsi da bambina assieme al fratellino Will. Poppy è una donna infelice, insoddisfatta. problematica e con la fobia per le folle e i fiori, tutto ciò a causa di un lutto di cui si ritiene responsabile. Si intuisce subito che il lutto riguarda proprio il fratello Will, solo alla fine Poppy rivelerà il modo in cui è venuto a mancare e devo dire che la rivelazione mi ha lasciata parecchio delusa. Ma comunque.. Il negozio e Saint Felix si rivelano un toccasana per l'anima e la salute di Poppy, proprio come la nonna aveva immaginato succedesse, qui Poppy si aprirà moltissimo con le persone che conoscerà e che diverranno sue amiche, riuscirà a superare le sue paure, le sue fobie, più di quanto sia riuscita a fare in quindici anni di terapia. A questo potrei anche crederci, a volte cambiare aria e vita è proprio ciò che serve a una persona che soffre, ma devo dire che nutro comunque forti dubbi, soprattutto sul fatto che certe fobie possano essere superate con così tanta facilità. Poppy non è l'unica persona ad aver avuto dei lutti in famiglia, e questa è la cosa che si è rivelata un pò più pesante da digerire, anche Jack, protagonista maschile della storia soffre molto per la perdita di una persona cara, ma per fortuna, insieme, riusciranno a superare o anzi, affrontare il dolore.  Ecco, è stata proprio la scelta di introdurre queste problematiche forti a farmi un pò rallentare la lettura. Avrei desiderato trovare dei protagonisti più spensierati e divertenti.

Venendo alle cose che, invece, ho apprezzato maggiormente, cito prima di tutto l'ambientazione, Saint Felix e il negozio sono due posti davvero deliziosi e a quanto pare il negozio sia protetto da una sorta di magia che rende speciali e curativi i fiori del posto, la gente si reca da ogni dove per ricevere i magici bouquet preparati da Amber, l'aiutante di Poppy, che segue le indicazioni della nonna, trovate su dei taccuini che nascondeva gelosamente, in cui elenca per ogni fiore la proprietà curativa. Questa caratteristica dei fiori e del negozio in sè mi è piaciuta molto, l'ho trovata dolce e romantica, così come l'attaccamento delle persone del luogo alla loro cittadina. Magari ci fossero più persone che vivrebbero in maniera così unita e collaborativa all'interno di una comunità.

Altri aspetti, che non posso rivelarvi, perchè svelerei troppo, li ho trovati davvero inverosimili, mentre ho amato profondamente il rapporto dei protagonisti con i loro animali. Devo anche confessarvi che in due occasioni, che vedono protagonista Basil, il cane di famiglia, ho versato qualche lacrimuccia, ma purtroppo gli animali, soprattutto i cani, sono il mio punto debole nei libri.

In definitiva è un libro che si legge bene, perchè lo stile dell'autrice è molto scorrevole, devo dire che in un altro momento forse avrei apprezzato maggiormente, ma le mie aspettative erano diverse dalla realtà e per questo ho faticato a portare avanti la lettura. Il finale è comunque positivo anche  se prevedibile. Non mi sento di bocciarlo totalmente, perchè in alcuni tratti mi ha commosso e in altri mi ha fatto sorridere, ma non posso nemmeno dire di essermi entusiasmata particolarmente. 

Dategli comunque una possibilità, magari, chi è maggiormente predisposto per il tipo di storia e soprattutto chi ha un debole per i fiori, lo apprezzerà più di me e soprattutto se lo avete letto, fatemi sapere cosa ne pensate.
Alla prossima ;)

° Chocolateandbooks °



Commenti

  1. Ciao! Di Ali McNamara ho letto solo "Colazione di Darcy" e devo dire che anche io mi aspettavo di entusiasmarmi un po' di più... dalle prime pagine sembrava un romanzo molto frizzante, poi questa freschezza si è un po' persa.
    Quanto a questo libro, le tematiche mi interessano molto, quindi potrei dargli un'opportunità anche se, tutto sommato, preferisco altre autrici!
    A presto e buone letture :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non so se leggerò altro di questa autrice.. Se decidi di leggerlo fammi sapere cosa ne pensi ;) A presto e buone letture anche a te :)

      Elimina
  2. Ciao, una cover davvero carina, anche io "esco" da un romanzo che si è rivelato una lettura banale, presto ne parlerò sul blog, perciò passo volentieri avanti..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco.. allora mi puoi capire benissimo ;)

      Elimina
  3. Ciao, quest'autrice mi piace moltissimo ed ero entusiasta per questa sua nuova uscita, però dalla tua recensione non mi attira molto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse conoscendo già l'autrice e apprezzando il suo stile, la lettura ti potrebbe piacere.. Io come primo approccio sono rimasta un pò delusa ;)

      Elimina
  4. Per l'ambientazione e i fiori mi ci butterei a capofitto, ma il resto non è convincente, quindi passo oltre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Cuore, conoscendo le tue letture, non so fino a che punto questo libro potrebbe fare al caso tuo :)

      Elimina
  5. Ciao!
    Ero molto curiosa di leggere questo libro, ma credo proprio che non lo farò. Sono stanca di letture troppo banali...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un genere che deve piacere o alla quale si deve essere predisposti.. se non lo si è, allora si, è meglio andare oltre ;)

      Elimina
  6. Ciao Fede! Conosco l'autrice per "Colazione da Darcy" romanzo che ho letto qualche anno fa, ormai, e che avevo valutato positivamente. Ora, questo continua ad incuriosirmi anche se la tua recensione mi lascia un po' dubbiosa. Insomma lo segno e poi decido! Baci

    RispondiElimina

Posta un commento

Lettori fissi

Recensioni