Passa ai contenuti principali

Recensione | "Un Padre a Ore - Mrs Doubtfire" di Anne Fine - La Biblioteca dei Ragazzi

Buon giorno amici lettori..
Oggi vi parlo di uno dei miei libri appartenenti alla collana "La Biblioteca dei Ragazzi" edita da Fabbri Centauria. Sicuramente conoscete tutti la storia di cui sto per parlarvi, poichè da esso è stato tratto un famosissimo film, che appartiene ormai alla mia infanzia, con protagonista il mitico Robin Williams, attore che ho amato alla follia in tutti i suoi ruoli, sto parlando di "Mrs Doubtfire", tratto dal libro Un Padre a Ore di Anne Fine.


Titolo: Un padre a ore - Mrs Doubtfire
Autore: Anne Fine
Collana: La Biblioteca dei Ragazzi
Editore: Fabbri Centauria
Prima Pubblicazione: 1987
Numero Pagine: 171












L'autore.
Anne Fine è tra le più famosi scrittrici inglesi. Ha alle spalle una lunga esperienza di insegnamento e ha cominciato a scrivere quasi per caso. grazie alla pubblicità di un premio letterario. Da allora ha pubblicato numerosi romanzi per ragazzi e adulti, ottenendo i maggiori riconoscimenti dalla critica e dal pubblico. 

Sinossi.
Madame Doubtfire è la governante ideale: cucina, pulisce, cura le piante, va d'accordo con i bambini. Sarebbe una donna perfetta... se fosse una donna! Un'esilarante commedia degli equivoci, un romanzo dolceamaro commovente e divertente al tempo stesso, da cui è stato tratto il film "Mrs Doubtfire" interpretato da Robin Williams.


Quando ho scelto di leggere questo libro ero sicurissima di andare incontro ad una lettura divertente e spassosa, conoscendo già la storia tramite il film. Ma mi sbagliavo di grosso amici miei. Questa lettura non mi ha ricordato per nulla le grasse risate fatte con il film, evidentemente nella sceneggiatura cinematografica hanno volontariamente evidenziato l'aspetto comico della storia esaltandolo parecchio. Penso che lo scopo era quello di creare una commedia divertente, appunto.
Ma di commedia divertente in questo libro c'è ben poco. In realtà mi stupisce anche che sia parte di una collana per ragazzi, certo è scritto per i giovanissimi ma se devo essere sincera non mi aspettavo una lettura così "impegnativa" e soprattutto a tratti anche poco adatti ai bambini o giovani adolescenti.. ci tengo a sottolineare, soprattutto se i bambini hanno genitori separati o divorziati.
Ebbene si, dico questo perchè la storia si concentra per lo più sull'odio e i litigi di Miranda e Daniel, ex coniugi, e a risentire di tutto ciò, sono ovviamente i tre figlioletti. Infatti, la vita di Lydia, Christopher e la piccola Natalie è divisa fra i due genitori, in un continuo, precario, equilibrio di soddisfare i piaceri dell'una e dell'altro genitore e subire costantemente le lamentele e gli insulti, a volte anche pensati, rivolti da parte di un genitore nei confronti dell'altro. E poveri piccoli ne soffrono enormemente, e si evince in maniera chiara. In ogni lite i bimbi reagiscono in maniera diversa, Lydia si chiude in sè stessa, Christopher si rannicchia contro il muro cantando sotto voce una nenia, Natty si tappa le orecchie cercando di non sentire, e i continui scontri fra i genitori, i continui dispetti che si rivolgono, non fanno che sottolineare i malesseri dei figli, portandoli ad allontanarsi sempre più dall'affetto verso i genitori e soprattutto dall'idea che possa esistere un valore fondamentale come la famiglia.
Miranda si ostina a non voler cedere i figli a Daniel, poichè lo ritiene un uomo estremamente irresponsabile e non si fida di lui, questo spinge Daniel a travestirsi da mega baby-sitter ed introdursi in questo modo nella vita dei propri figli. Questo è l'unico modo per lui di rimanere accanto a loro, più delle ore settimanali previste dal tribunale. Nei mesi in cui Mrs Doubtfire vivrà nella sua vecchia casa, avrà modo di parlare con Miranda del rapporto con l'ex marito, cogliendo i malesseri e le motivazioni che hanno portato Miranda ad allontanare il marito. Ovviamente la messinscena verrà scoperta e apriti cielo. Accade l'inferno tra i due genitori e questo davanti gli occhi dei figli. Per fortuna le cose non possono andare peggio di così, anzi la bufera causata da Mrs Doubtfire, porterà entrambi gli ex coniugi ad un attento esame di coscienza e a capire che le loro lotte non fanno affatto bene ai loro figli e in qualche modo sarà proprio l'amore verso il bene dei figli ad illuminare il loro cammino di genitori e provare quantomeno a venirsi incontro, trovando una soluzione alle loro incompatibilità.
E' una storia estremamente reale, tante famiglie vivono, purtroppo, in queste condizioni, tanti genitori mandano avanti le loro lotte senza cogliere il male che, involontariamente, infliggono ai propri figli. D'altro canto i figli appaiono, a volte, egoisti, pretendendo l'infelicità dei genitori pur di avere ancora una famiglia unita, che unita non sarà mai, se alla base del rapporto tra marito e moglie c'è solo odio e insofferenza. Sia nel caso di genitori insoddisfatti, che nel caso di figli infelici, non si capisce che dall'altro lato ci sono persone con propri sogni e desideri, con proprie emozioni che hanno tutto il diritto di vivere, per tanto giungere ad una soluzione che soddisfi entrambe le parti è estremamente difficile e, nella maggior parte dei casi, impossibile!
Insomma, una storia di famiglia, una storia di litigi, una storia di amore per i figli, e per fortuna una storia di riconciliazione. Ammetto che mi aspettavo qualcosa di molto diverso e devo dire che un pò mi ha lasciata delusa questa storia, credo perchè troppo influenzata dal film, che per una volta devo dire di aver preferito al libro. Comunque lo stile dell'autrice è molto semplice e scorrevole e si lascia leggere nel giro di una giornata, per cui se siete curiosi di conoscere una sfaccettature diversa di questo famosissimo film, leggete questo libro e poi fatemi sapere cosa ne pensate. E se già lo avete letto, scrivetemi nei commenti e fatemi sapere se avete avuto le mie stesse impressioni.

"Perchè sono un essere umano, ecco perchè!
Guardatemi! Sono vero!
Mangio, respiro, penso, ho sentimenti.
Ho una vita soltanto, e voglio viverla.
Non posso vivere recitando una parte, solo perchè
così' avrei meno difficoltà!
Non sono un maiale soddisfatto, io!"


- Chocolateandbooks -



Commenti

  1. Devo assolutamente trovare questo libro...il film mi ha commosso tantissimo poi Robin William è (purtroppo era) uno dei miei attori preferiti...quindi sono curiosa di leggere il libro da cui ha preso spunto il film

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io l'ho amavo come attore ;) Devo dire che in questo caso tra il film e il libro, ho preferito il film ;)

      Elimina
  2. Ciao, seguo il blog e volevo invitarti al link party qui: http://lasoffittadiamelia.blogspot.it/2016/04/link-party-giveaway-birthday-blog.html?showComment=1460667779389#c8354451010250343066
    Elisa

    RispondiElimina
  3. Oddio! Non me l'aspettavo Fede. Sono rimasta un po' scioccata da questa scoperta, premettendo che non sapevo esistesse un libro da cui hanno poi tratto il film. Credo che continuerò a pensare solo al film visto che non credo che questa lettura mi appassionerebbe ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io Anna.. Non me l'aspettavo proprio una storia del genere, conoscendo il film ;)

      Elimina
  4. L'ho adorato il film...non conoscevo il libro...mannaggia devo rimediare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova a leggerlo Cuore.. Poi mi fai sapere cosa ne pensi ;)

      Elimina

Posta un commento