Passa ai contenuti principali

Recensione "Miracolo in una notte d'inverno" di Marko Leino

Titolo: Miracolo in una notte d'inverno
Autore: Marko Leino
Anno: 2012
Editore: Feltrinelli
Prezzo: 14,00 €
Pagine: 268













L'autore.
Marko Leino è nato nel 1967 a Helsinki, dove vive tuttora. Si è cimentato in ogni genere letterario, cominciando a ricevere riconoscimenti fin dai suoi esordi come autore di racconti. In Finlandia e e Germania, il libro è diventato un bestseller.

Trama.
Mentre giocano in riva al mare, due bambini trovano sul fondale una scatola di legno minuziosamente intarsiata, chiusa a chiave, ancora ben conservata. Quando la aprono, con l’aiuto del nonno, vi trovano un antico orologio da taschino e un biglietto ormai scolorito, sul quale è scritto: “Felice Natale, cara piccola Ada. Tuo fratello Nikolas”. Pieno di stupore, il nonno ricorda una sorta di leggenda che aleggia sulla cittadina di Korvajoki, fin dai tempi in cui era un minuscolo villaggio di pescatori: “Immaginate di avere ali immense come quelle di un’aquila, che vi sollevano in aria e trasportano sopra il mare, fino all’isola della famiglia Pukki. Volate con la fantasia...”. Nikolas abita con la famiglia sulla piccolissima isola di fronte alla costa, quando una furiosa tempesta fa naufragare i genitori e la sorellina. Il bambino, che ha solo cinque anni, viene adottato da tutte le famiglie del villaggio e piano piano dimentica la paura, accetta l’amore e scopre nuove fonti di gioia. Ma non dimentica mai l’amata sorellina, finché un giorno, nel villaggio, nasce una nuova bambina di nome Ada, che riesce a provocare in Nikolas un’incredibile trasformazione.

La mia recensione.
Ho conosciuto questo libro grazie al gruppo di lettura "Books, Chocolate and friends", organizzato dal blog Cafè Littéraire Da Muriomu, insieme ad altre lettrice mi sono avventurata in questa lettura condivisa, era la prima volta per me e sono rimasta davvero entusiasta di aver partecipato. E' stato davvero bello poter condividere ogni piccolo pensiero con altre persone, confrontandoci sulle riflessioni che puntualmente la lettura sollevava.
In effetti, per essere un libro rivolto ai bambini o giovani adolescenti, è ricco di punti di riflessione abbastanza profondi, narra la leggenda di Nikolas, meglio noto come il leggendario Babbo Natale. Una figura che noi tutti associamo alla gioia, all'amore, al dono.. ma la storia di Babbo Natale non è solo questa, dietro questo famoso personaggio si nasconde la storia di un bambino che ha vissuto diverse tragedie in vita e ha provato un immenso dolore ma da questo dolore è emersa la voglia di non far soffrire gli altri, la voglia di donare un sorriso ai bimbi, ma anche agli adulti, la notte di Natale, proprio la notte in cui lui ha perso tutto. 
E' stata una storia davvero significativa e profonda, con un forte insegnamento: imparare ad accettare tutto ciò che la vita ci offre, anche le situazioni più drammatiche e cercare di trarre il meglio da tutto, offrire a chi ci sta accanto il nostro amore e la nostra bontà, non scaricare sugli altri la nostra infelicità ma, anzi, cogliere i sentimenti positivi di chi ci circonda per ricavarne gioia e amore. Mi sono molto affezionata al piccolo Nikolas, che la storia ci porta a conoscere dalla sua infanzia fino alla sua vecchiaia, un personaggio sempre positivo che non si può non apprezzare, alcune scelte del protagonista le ho trovate drastiche ma è anche vero che io non ho subito le perdite di Nikolas, per cui non posso sapere come reagirei alle tragedie che lo hanno colpito, in ogni caso è sempre stato buono con tutti, e la sua bontà è la qualità che più ho apprezzato, e forse, anche un pò invidiato. La scrittura è molto semplice e scorrevole, adatta ai più giovani, ho apprezzato particolarmente il fatto che nonostante i numerosi eventi tristi, la storia non diventa mai pesante. Sono rimasta davvero contenta di questa lettura, soprattutto per averla letta finestra per finestra fino ad arrivare alla vigilia del Natale e scoprire la magia pià grande che riguarda questa splendida festività..
Consigliato davvero a tutti, grandi e piccini, da leggere preferibilmente a ridosso del Natale :)

 "Per leggere questo libro non è necessario essere amanti del Natale
e nemmeno credere nella leggenda di Babbo Natale.
Questo libro è per tutti coloro che credono, trecentosessantacinque giorni all'anno,
all'esistenza dell'amore puro."

- La vostra Chocolate And Books -

Commenti

  1. Praticamente stiamo recensendo gli stessi libri negli stessi giorni: anch'io oggi ho pubblicato il mio commento su questo romanzo! Non sto a ripetere le mie impressioni visto che le ho già spammate ovunque (^_^), di sicuro concordo con te sul fatto che sia stato un bellissimo gdl è una prospettiva molto originale sulla figura di Babbo Natale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti :) sono state delle letture tipiche di queste feste natalizie ;)

      Elimina

Posta un commento