14 gen 2016

Recensione "L'amore non è mai una cosa semplice" di Anna Premoli

Titolo: L'amore non è mai una cosa semplice
Autore: Anna Premoli
Editore: Newton Compton Editori
Anno: 2015
Formato: cartaceo
Numero Pagine: 311
Prezzo: € 9,90












L'autore.
Nata nel 1980 in Croazia, vive a Milano dove si è laureata alla Bocconi. Ha lavorato alla J.P. Morgan e, dal 2004, al Private Banking di una banca privata. La scrittura è arrivata per caso, come “metodo antistress” durante la prima gravidanza. Ti prego lasciati odiare è stato il libro fenomeno del 2013. Per mesi ai primi posti nella classifica, con i diritti cinematografici opzionati dalla Colorado Film, ha vinto il Premio Bancarella ed è stato tradotto in diversi Paesi. Con la Newton Compton ha pubblicato anche Come inciampare nel principe azzurro, Finché amore non ci separi, Tutti i difetti che amo di te, Un giorno perfetto per innamorarsi e L'amore non è mai una cosa semplice.

Trama.
E se per ottenere un buon voto all’università dovessi fare amicizia con qualcuno che proprio non ti piace? Lavinia pensava che nella vita avrebbe insegnato e invece, dopo la maturità, si è lasciata convincere dai genitori a iscriversi a Economia. È ormai al suo quinto anno alla Bocconi, quando si trova coinvolta in un insolito progetto: uno scambio con degli ingegneri informatici del Politecnico. Lo scopo? Creare una squadra con uno studente mai visto prima, proprio come potrebbe capitare in un ambiente di lavoro. Peccato che Lavinia non abbia alcun interesse per il progetto. E che, per sua sfortuna, si trovi a far coppia con un certo Sebastiano, ancor meno intenzionato di lei a partecipare all’iniziativa. E così, quando la fase operativa ha inizio e le sue amiche cominciano a lavorare in tandem, Lavinia è sola. Ma come si permette quel tipo assurdo – a detta di tutti un fuoriclasse dell’informatica – di piantarla in asso, per giunta senza spiegazioni? Lavinia non ha scelta: non lo sopporta proprio, ma se vuole ottenere i suoi crediti all’esame, dovrà inventarsi un modo per convincerlo a collaborare… Ma quale? Una nuova commedia romantica dalla regina del romanzo femminile italiano.

La mia recensione.
E' la prima volta che leggo un libro di Anna Premoli, di cui ho sentito solo parlare bene e io non posso che confermare. L'autrice è davvero brava a narrare, il suo linguaggio è molto adeguato all'età e alla personalità dei protagonisti rappresentati e lo stile è fluido e scorrevole, tutto questo rende la lettura molto piacevole e leggera.
Mi sono divertita davvero molto a leggere le vicende di questi giovani.

I discorsi tra Lavinia e Sebastiano, soprattutto il loro scambio di messaggi, li ho trovati divertentissimi, mi è scappato un sorriso più di una volta. La protagonista è un personaggio molto simpatico e mi è piaciuta la sua evoluzione, da ragazza totalmente succube dei suoi genitori e insicurissima, a donna capace di prendere la scelta più drastica della propria vita per rendere migliore il suo futuro. Sebastiano è stato un personaggio fantastico, un nerd tutto diverso dal solito, che va in moto e che pratica karate. Chi segue The bing bang theory conosce molto bene i nerd, e sa quanto queste caratteristiche non appartengono a questa categoria. Questa è una cosa che ho apprezzato particolarmente, è come se la Premoli ci voglia presentare i soliti personaggi stereotipati, chiusi nelle loro categorie caratteriali, e più di una volta, i personaggi, verranno esplicitamente categorizzati dai protagonisti stessi del romanzo, per poi smontare del tutto tali stereotipi, mostrando come in realtà le persone sono molto di più di quello che rappresentano tramite le scelte di vita o la scelta di studi intraprese. Particolarmente odiosi, invece, sono stati i genitori di Lavinia, non li ho proprio sopportati, fortuna che si sono visti poco e niente, mentre ho amato letteralmente la stramba famiglia di Seb, in particolare la madre. 
Il rapporto tra le tre amiche, Lavinia, Ale e Giada l'ho trovato pieno di intesa e molto realistico, Giada è assolutamente la mia preferita, e se è vero ciò che ha scritto l'autrice nei ringraziamenti, cioè che la prossima storia raccontata sarà la sua, sarei davvero felice di leggerla.






Non dimentichiamo che la vicenda narrata è una storia d'amore, ma è una storia particolare e originale, nonostante è facile intuire come andrà a finire, non appare banale ed è stato bello rivivere la nascita di un'amore tra giovani, non che io sia così vecchia ma diciamo che già quel momento l'ho vissuto e quindi riviverlo mi ha davvero fatto piacere.


Una cosa che non mi è molto piaciuta sono stati alcuni capitoli finali, un pò troppo concentrati sull'aspetto fisico della nascita di questo amore, avrei preferito leggerne molto meno, e poi non mi è piaciuto particolarmente lo "storpiamento" dei nomi. Perchè quei diminutivi che cambiano totalmente dei nomi tanto belli?! Forse per rendere i personaggi più moderni, non saprei.. a me piacciono più i nomi originali.

Comunque è stata una lettura leggera e scorrevole, magari più adatta agli adolescenti ma tutto sommato piacevole da leggere, ottimo per una lettura da svago e poco impegnativa,

"Ho capito da molto tempo che tutti gli esseri umani, ma proprio tutti, 
hanno bisogno di essere apprezzati da qualcuno. 
Basta anche una sola persona, purchè sia quella giusta, 
a fare del nostro mondo un pianeta migliore... 
Tutti i miei problemi potrebbero passare in secondo piano 
se sentissi di essere davvero amata e accettata per quello che sono. 
Per una volta, io al primo posto. 
Per una volta, io senza limiti autoimposti."








5 commenti:

  1. Ciao Federica! Conosco lo stile della Premoli perché ho letto le sue prime pubblicazioni e, visto che con questo che recensisci ti sei accostata per la prima volta al suo mondo, ti consiglio di recuperare le altre che sono sicuramente più frizzanti e fresche rispetto a quest'ultima che non ti ha molto convinta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille del consiglio.. sicuramente lo farò ;)

      Elimina
  2. Ciao Fede :) hai stimolato la mia curiosità e credo che lo leggerò.
    Non ho mai letto libri della Premoli ... grazie!

    RispondiElimina
  3. Ciao! Io, al contrario di te, ho letto tutti i suoi romanzi tranne questo, che però leggerò a breve... Tra tutti mi sono piaciuti molto "Ti prego lasciati odiare" e "Come inciampare nel principe azzurro" :-)

    RispondiElimina